16 Novembre 2017

Come ti riprogetto l'identità grafica di un'agenzia


Michael  profile image
Human:
Michael 
Tempo
di lettura
10'

Riprogettare un logo non è affar da poco. Richiede una lunga fase di studio, di progettazione e di test. Spesso, la prima soluzione non è la migliore. In questo caso di studio analizziamo il processo che ci ha portato a definire il logo attuale della digital agency Lotrèk.

Ricordate quel vecchio assunto secondo cui la pubblicità serve sempre e comunque? Osservando i grandi marchi, vedi Coca Cola o Nike, Apple o McDonald’s, noterete che hanno qualcosa in comune: nonostante siano ormai leader nel loro settore, continuano a farsi pubblicità.

Il motivo è che le aziende, incluse le Web Agency,  non sono entità monolitiche, sempre uguali a se stesse. Sono fatte di persone, fanno parte di una società che si evolve e cambia con il passare del tempo. E per questo devono adattare il modo in cui comunicano i propri valori e i propri prodotti, all'evolversi della società

È proprio questa la ragione per cui le aziende cambiano spesso identità grafica. Sembra infatti evidente che anche l'identità di marca e l'immagine coordinata permettono alla marca di rinnovarsi. Le aziende si rinnovano continuamente per stare al passo con i tempi ed evolversi con essi, ma senza perdere per questo i valori che le hanno rese quelle che sono. O, per dirla con una metafora, il fatto di rinnovarsi permette loro di tenere un piede nello stivale in pelle della tradizione e l'altro nella scarpa nuda del progresso tecnologico, sociale, culturale.

Prendiamo l’esempio della Pepsi Cola: dal logotipo del 1898 l’azienda è passata al logo di oggi. Quest’ultimo non ha niente del logo del 1898 ma ha comunque dei tratti in comune con i loghi che lo hanno preceduto.

Branding Pepsi | Logo Design Agency | Lotrek
La serie dei loghi della Pepsi Cola

Ma c’è un altro motivo per cui le aziende cambiano logo di tanto in tanto: la perenne insoddisfazione dei grafici. Si sa, un grafico non è mai contento al 100% di un suo lavoro, per quanto perfetto e rifinito esso sia. Figuriamoci di un logo! Resta sempre quel dettaglio che non si è fatto in tempo a ritoccare, quel colore che non funziona bene in alcuni contesti, quel tratto ascendente, troppo alto rispetto al resto. Insomma, per un grafico, un logo non è mai finito.

È normale: come abbiamo detto, ogni logo rappresenta qualcosa che non è mai statico e immutabile: rappresenta la realtà di un’azienda che cambia e si evolve, perché è fatta di persone che crescono, imparano, scoprono, osservano e riconsiderano le proprie scelte passate in base a nuove idee e tendenze, presenti e future. 

E anche noi di Lotrek, come tutte le aziende, abbiamo cambiato logo. Si potrebbe pensare che per una Web Design Agency, fare un re-design del proprio logo sia facile: e invece no, richiede studio e pazienza. Ecco come abbiamo fatto.

Rebranding della Digital Agency Lotrek
La proliferazione dei marchi tra logo ufficiale (su sfondo nero) e logo beta

L’ultimo logo ufficiale risaliva al 2015. Da allora siamo diventati un gruppo molto più numeroso, composto da talenti sempre più diversi e specifici. Seguiamo progetti più grandi e complessi e volevamo che questo si riflettesse nella nostra comunicazione. Per questo motivo abbiamo lanciato il redesign del sito che ha accompagnato anche il trasferimento in una nuova sede, più ampia, spaziosa e pratica. Non potevamo non ridisegnare il logo per adattarlo alla nuova immagine che volevamo dare di noi stessi.

Da dove iniziare? Da un logo beta!

Il logo che avevamo fino a un anno fa, in effetti, non ci rappresentava più. Avevamo bisogno di un logo nuovo, snello, amichevole e multicolore, capace di comunicare a colpo d’occhio i mutamenti della nostra azienda.

Il vecchio logo ufficiale, adottato nel 2015


Cominciava allora una lunga fase di ricerca.

Il primo problema da affrontare era la scelta del carattere tipografico. Il logotipo precedente era basato su un carattere disegnato da noi, con la K finale a fare da simbolo.

Per il nuovo logo eravamo in cerca di pulizia e semplicità, e per questo motivo ci siamo affidati a un carattere bastone. La nostra scelta è caduta sul font Roboto, con il quale abbiamo ridisegnato il logotipo.

Abbiamo mantenuto la K del simbolo, ma l’abbiamo adattata al nuovo carattere tipografico per renderla più omogenea a Roboto. In particolare siamo intervenuti sugli spessori della K, riducendoli. Inoltre, la K è stata inscritta in un cerchio, colorato, a rappresentare i colori delle nostre suddivisioni interne: sviluppo (rosso), design (azzurro), advertising (giallo)  e film (blu).

Il risultato è stato questo logo, che abbiamo utilizzato durante tutto il 2016 e 2017 e che abbiamo testato in diversi contesti d’uso. È iniziata allora la vera e propria fase di beta-testing del logo.


Tutti i bug individuati durante la fase di testing

Abbiamo testato il font in diversi ambiti di utilizzo e abbiamo visto quali erano i suoi punti deboli. Come tutti i font, anche Roboto può non essere adatto a ogni contesto. Soprattutto, non tutti gli accoppiamenti di lettere sono valorizzati da questo font. Questo punto è da tenere in particolare considerazione quando si progetta un logotipo. 

Nel nostro caso, componendo la parola Lotrek in lettere minuscole ci saltavano agli occhi alcune difformità di spazi tra singole coppie di lettere e tra alcuni gruppi di lettere e l’insieme della parola.

Le incoerenze spaziali di un logotipo richiedono un intervento sulla crenatura
Incoerenze spaziali ovvero la crenatura può arrivare solo fino a un certo punto.

La scritta in Roboto è certo più netta e leggibile di quella del logo ufficiale del 2015. A lungo andare però quei piccoli disequilibri spaziali finiscono per saltare all’occhio, tanto più che generano in chi osserva un carico cognitivo inutile e potenzialmente nocivo alla buona resa del logo nel suo insieme.

L’ottimizzazione degli spazi tra le lettere non era l’unico punto sul quale intervenire. C’era un altro intervento da eseguire, un intervento che potremmo definire “grafico-fonetico”.

Si pronuncia Lotrèk!

Da quando Lotrek è stata fondata, ci siamo accorti di una criticità: non tutti sapevano come si pronuncia il nostro nome, che è poi la grafia modificata del cognome di Henri de Toulouse-Lautrec, pronunciato alla francese: Lotrèk, appunto. 

Questo riferimento non era però compreso da tutti e, secondo le convenzioni della lingua italiana, la parola è spesso pronunciata con l’accento sulla o, quindi Lòtrek. Queste riflessioni ci hanno spinto ad accettare la realtà e a dare un piccolo aiuto ai lettori nella pronuncia del nostro nome. Ed ecco che l’accento entra nel logotipo di Lotrek.

L'accento entra a fare parte del logo della Digital Agency Lotrek
Quando l’assenza di un segno grafico si fa sentire, meglio metterlo.

Una K con le frecce

Anche il simbolo del logo di transizione, la K inscritta nel cerchio, aveva degli aspetti che potevano essere migliorati. Di fatto, il simbolo era nato come versione abbreviata del nostro logo precedente, perché si prestava meglio a essere usato sul nuovo sito. Inoltre, tornava utile in tutti i casi in cui si rendeva necessario un allineamento a epigrafe, vale a dire centrato, o l’inscrizione in un cerchio – ad esempio per creare degli adesivi rotondi.

Tuttavia non eravamo ancora soddisfatti del risultato. Secondo noi, il logo aveva bisogno di qualche ulteriore aggiustamento visivo: ridurre gli spazi bianchi, portare in basso i colori più vivaci. Inoltre, volevamo anche creare una nuova forma di lettera K, più lontana dal logo ufficiale ma più vicina alle nuove rotte tipografiche che stavamo cercando di percorrere.

Le modifiche da eseguire sul simbolo all'interno del logo Lotrek
Questioni emerse durante la fase di testing.

Un nome in divenire

La soluzione a tutti i nostri problemi di omogeneizzazione spaziale è stata di individuare un font che, contrariamente al Roboto, offrisse migliori soluzioni a coppie di lettere a noi care, quali “lo” ed “re”. Ecco dunque il risultato del cambiamento di carattere tipografico:

Il passaggio dal vecchio al nuovo logo della Digital Agency Lotrek


Quando la K scoppia

Adesso è il momento di modificare il nostro simbolo. In questo ci siamo lasciati guidare dalla forma della K, presente nel logotipo. Abbiamo applicato alcune modifiche al bilanciamento degli spazi e addolcito la curva che collega la cornice circolare alla lettera.

Lato colore, abbiamo dato un taglio al cerchio per ottenere delle separazioni ottiche tra colori e metterne così in risalto il contrasto. Abbiamo spostato in basso i colori tonalmente più pesanti, cioè rosso e blu scuro ed ecco che il gioco è fatto.

Il redesign del simbolo della Digital Agency Lotrek

Il risultato finale

Una volta deciso simbolo e logotipo, ci siamo dedicati alla sistemazione dei colori in modo da preservare leggibilità e immediatezza, cercando allo stesso tempo di esaltare la molteplicità di talenti e personalità che il nostro marchio racchiude.

Il risultato finale è un logo fresco e dinamico, che mediante un sapiente uso degli spazi bianchi, riesce a comunicare l’essenza di Lotrek.





P.S. Come spesso succede a Lotrèk, le cose vengono prodotte in maniera collaborativa. Questo articolo non fa eccezione, quindi un grande ringraziamento va a Salvo per essere stato come sempre editor extraordinaire e a Jonathan per le bellissime grafiche e la collaborazione in tutto il progetto di restyling del nostro logo.




Condividi

Saper delegare è importante.
Dice mia moglie che...
Parlo tanto da solo, ma con gli altri peso le mie parole e le inserisco negli spazi appositi al momento giusto.
Sono il suono del basso che rimane in sottofondo ma, presto o tardi, fa muovere il culo.
La mia lista di libri da leggere è lunga; peccato mi addormenti dopo 3 righe.
Se ti voglio bene, ti farò da mangiare.

 Invio email in corso, yeah!
Richiesta inviata
C'è stato un problema riprova più tardi